Lettori fissi

Votami

Torta allo yogurt: modifiche e piccoli trucchi


 La torta allo yogurt fa parte dei miei cavalli di battaglia per la prima colazione: buona, veloce e leggera per il portafoglio.
Una torta che accontenta tutti nelle varie versioni che ho sperimentato.
Ebbene, quando pensavo ci fosse ben poco ancora da rivisitare, complice un programma televisivo in cui sono incappata per caso (non guardo molto la tv), ho deciso di provare a sostituire lo zucchero bianco con quello di canna, lasciando tutto il resto invariato. (La ricetta la trovate sulla destra).
La torta si presenta un po' più scura per via dello zucchero grezzo. Ma, a parte ciò è:
BUONISSIMA!
Però, siccome non ero certa del risultato e, ho sempre il solito problema per cui per lavare il frullatore, (attività che detesto con tutte le mie forze), devo avere un validissimo motivo che traduco nella mia massima personale,
 * una torta esce dal forno e l'altra entra* , ho deciso di farne anche un'altra, sempre allo yogurt, classica.
E in questo caso ho sperimentato un ALTRO TRUCCO: ho aggiunto, oltre al lievito, la PUNTA di 1 CUCCHIAINO di BICARBONATO.
 Il risultato è stato davvero strepitoso.
La torta rimane più morbida del solito.
Quindi...sperimentazioni promosse.
 Ho letto in alcuni blog che, in realtà ci sono delle ricettine semplici per autoprodurre il lievito sia per il dolce che per il salato.
Mi riferisco al connubio: limone e bicarbonato di sodio, oppure mezza arancia e bicarbonato di sodio, o ancora...aceto e bicarbonato di sodio. 
Li avete mai provati? Mi piacerebbe sapere i vostri pareri.
Buona giornata

 
 

2 commenti:

  1. Mamma mia che belle e immagino che buone! Questa cosa di autoprodurre il lievito interessa molto anche a me, ma sono ancora alla fase di ricerca.

    RispondiElimina
  2. Ciao Pia, che piacere vederti nel mio blog: benvenuta!

    RispondiElimina