Lettori fissi

Votami

Sei una strega buona?

Dipende da chi lo vuole sapere...hihihihi
 Uno schema tratto da Pinterest, 
ma di cui non ricordo la paternità.
Io, in ogni caso l'ho modificato.
Non ho riprodotto la greca prevista a sinistra, 
che vede delle "stelle" verde chiaro.
Inoltre, 
ho deciso che la mia strega sarebbe stata al passo con i tempi e avrebbe sfoggiato i calzettoni chic, a righe, 
degni di una sua pari alla moda 
Le scarpe, che nello schema originale risultano rosse un pò alla Doroty del mago di Oz,
nella mia interprestazione,
sono diventate nere
 Ed è così che sono riuscita a riempire un'altra "casella"
della cornice multifoto Ikea, 
che aspetta, fiduciosa, 
sulla parete di...essere completata in tutti i suoi spazi
Poche ore di crocette per riflettere sull'annoso interrogativo:
"sei/sono una strega buona?"
Che dire?
E' una gran bella domanda!
E voi?
Siete streghe buone o cattive?


ancora colori primaverili...

...per questo nuovo cestino.
Ho superato me stessa usando la fliselina che ho "incollato/stirato" solo nella stoffa fucsia.
Questa operazione è sufficiente per dare la rigidità necessaria.
Ecco il risultato:
Sono sempre più soddisfatta
e
riconoscente a Giovanna per i preziosi insegnamenti di cucito, che mi stanno permettendo, finalmente, di spiccare il volo da sola.
Grazie Giò!
Per l'interno ho usato una minima parte di una stoffa chilometrica ereditata da mia nonna, e che mi aiuta in più di un'occasione.
Il portatutto è double face.
Quindi, volendo, può diventare, per così dire, più sobrio.
Non paga, ho pensato di usare qualche taglio di Big shot,
fissato, appena, con uno spillo solo per vedere l'effetto con un'applicazione
I risultati non mi dispiacciono,
ma, su questi "accessori/integrazioni",
c'è ancora da lavorare
Che ne dite???



Un po' trova-forbici e un po' puntaspilli


Eccolo in tutta la sua bellezza
per questi anni, dalla mia comparsa sui blog, ho usato la zucca cui sono davvero affezionata (e come non esserlo? E' stata il mio primo punta spilli, nonchè regalo di una cara amica di blog, Vale di Faffolandia).
Ma da ieri ho anche lui, il primo trova-forbici a doppio uso realizzato da me:
un po' cerca-forbici e un po' puntaspilli. Sebbene, sia ben chiaro, non abbia intenzione di mandare in pensione la mia piccola zucca ;)
Per lo schema ho tratto spunto da un mini sampler free 
di pianetadonna.it , riadattato al mio gusto.
Ho usato una Aida che ho dovuto irrigidire con l'appretto e una cotonina a pois che faceva già parte del mio piccolo archivio stoffe.
Ho scelto uno schema autunnale dai colori caldi.
I soggetti sono la zucca e due ragnetti che fanno anche un pò Halloween in anticipo (così non arrivo impreparata)
Come avrete notato ho impreziosito, per la prima volta, con un bottone (l'effetto mi piace tantissimo), uno di quelli acquistati durante il "carico di vitamina C"...per capirci ;) 
Per il laccetto mi sono, invece, servita di una trina che avevo nella scatole apposita ed aspettava di essere usata...da un pò...ora ci sono da accontentare anche le sorelline di altri colori...
 Bene, ora devo proprio lasciarvi...ho ancora mille commissioni da fare prima di andare a lavoro.
Buon lunedì a tutte
 


acquisti autunnali: un carico di vitamina C


In virtù del princio per cui si "lavora per vivere e non si vive per lavorare", qualche giorno fa ho deciso che era il momento di farmi qualche coccola.
Ho giustificato il tutto, rincarando la dose, dicendomi che essendo l'autunno una stagione di transizione (cambia il colore delle foglie, perdiamo capelli a mazzi, cambiamo l'ora, c'è più buio, l'influenza è dietro l'angolo, varie ed eventuali...), un acquisto avrebbe, senza dubbio, rafforzato le difese immunitarie per un periodo non bene definito (almeno fino al prossimo acquisto ndr).
Ed ecco qui il mio bottino...cioè, il mio carico di vitamina C:
Due belle fustelle per materiali fini, tre stoffe da abbinare ad altre che ho già nello scaffale del cucito creativo, vari tipi di bottoni, applicazioni effetto legno raffiguranti fiocchi di neve e due fettucce.
Sono innamorata di queste stoffe che mi fanno pensare alla montagna, ai cestini e alla tovaglietta delle gite, e super entusiasta delle nuove fustelle.
Ora, ho approfittato per fare una piccola cernita delle mie fustelle, che sono pochine.
Vorrei acquistarne ancora ma versatili, che quindi mi permettano di fare un po' di tutto. Per es. non ne ho neanche una che tagli scatoline.
Avete qualche suggerimento su quali potrebbero essere, secondo la vostra esperienza, quelle che "bisognerebbe avere"?
Di solito le uso per feltro e pannolenci, ma non disdegno quelle per carta e cartoncino.
Grazie per i suggerimenti che vorrete darmi e, mi raccomando...
fate il carico di vitamina C anche voi...ormai siamo in autunno ;)
 

 

finalmente i cestini...



con il rinfrescarsi del tempo ho ripreso il mio cucito creativo e le mie sperimentazioni.
Ho pinnato parecchi progetti interessanti e...
mi sono buttata.
Ho studiato un tutorial
di www.cucicireamacchina.com
e
questo è il risultato di cui vado fierissima:
ve lo mostro in tutte le sue angolazioni
 come vedete non resta su perchè, essendo il primo prototipo,
non ho utilizzato la fliselina
In ogni caso per chi si volesse cimentare in questo comodo cestino portatutto, sappiate che è verissimo ciò che si legge nei social:
fatto il primo ne diventerete dipendenti...
ma alla fine, si sa, per noi creative la "dipendenza" è una condicio sine qua non, di cui ci faremo una ragione.
E con questo per oggi è tutto.
Buona serata creativa ;)
 

Polpo con patate e nuovi acquisti

Come vi avevo anticipato,
durante la bella stagione mi sono dedicata soprattutto alla cucina.
Oggi voglio proporvi una ricetta che mi ha dato la mamma del ragazzo di mia sorella:

Polpo con patate.
Ingredienti:
- polpo 
- patate
- prezzemolo
- limone
- olio
- sale

Esecuzione:
lessare le patate. Sbucciare e tagliare a tocchetti.
Pulire il polpo (io ho usato quello congelato ed è venuto buonissimo), metterlo in acqua fredda e portare ad ebollizione. Lessare per 30 minuti. Toccare con uno stuzzicadenti per sentire se è cotto (deve risultare morbido). Lasciare raffreddare nella sua acqua. Tagliare a pezzetti. Aggiungere le patate, il sale, l'olio, il limone e il prezzemolo tritato. Mescolare il tutto e...buon appetito.

Purtroppo per questa ricetta non ho una foto, perchè l'abbiamo divorato subito dopo...capita...

In compenso, ho una foto della coccola che mi sono fatta comprando un nuovo alleato delle mie preparazioni...
tadààààààààà
Eccola qui la mia praticissima tavola per stendere la pasta fresca (prima o poi mi cimenterò), la pasta della pizza (prossimamente su questi schermi) e la pasta dei crackers che per ora è la prima che ho steso con enorme soddisfazione.
Che meraviglia!
Bene ragazze, per oggi è tutto.
Vi auguro una felice giornata

La mia nuova macchina del pane

Ciao a tutte, come state?
Avete ripreso la routine abituale o avete ancora il costume a disposizione?
E soprattutto, come avete trascorso l'estate?
La mia è stata un'alternarsi di muratori e preparazioni culinarie.
Eh si, perchè il caldo ha scoraggiato la mia vena creativa crocettosa che si è riversata sui fornelli.
Per il mio compleanno, inoltre, Mister R mi ha regalato questa meraviglia:
 Non sono celiaca, ma se mi volessi dilettare in preparazioni alternative...potrei.
Come sapete, non amo sponsorizzare marchi, ma visto che sto imparando a usarla e trovo un po' di difficoltà (mentre impasta fa un rumore infernale), volevo chiedervi qualche suggerimento...
mi rivolgo, ovvio, a chi ne ha una uguale.
Vi spiego. Sono andata in alcuni blog dedicati e ho trovato una spiacevole sorpresa: molti si lamentano del fatto che se non usi le farine, piuttosto costose, indicate nel ricettario...il pane non viene bene.
Siccome sono "un attimino testarda", mi ostino a usare la farina che usavo con la mia defunta mdp: quella della Lidl che ha il lievito incorporato.
Il pane è buono, non come quello della mia precedente santa mdp, trovo delle differenze nella morbidezza.
Ma, la mia preoccupazione più grande è data dal rumore prodotto dalle pale.
Ditemi che non dovrò rassegnarmi alle altre farine...
Buona domenica e...fatemi gli auguri...sto andando a sfornare un'altra pagnotta...